Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Road to Damascus

Felmay
2008
   
Roadtodamascus   01 Gipsy Train
02 Libano
03 L'Orso Ballerino
04 Kolomeyka
05 L'Aria migliore
06 Artigiana di Luma
07 Radish Lam
08 Alma Cocek
09 Road to Damascus
10 Usti, Usti Baba
11 Syndrome of Babylon
12 Contessa
13 Hava Nagila - remix By BeamUp
14 Carovana - remix By BeamUp



 

IL PROGETTO DEL DISCO

La nostra banda SPERIMENTA e VIVE in musica l’integrazione delle varie culture che si incontrano nel Mediterraneo, semplicemente vive la propria terra, i viaggi, i ritmi e le culture che incontra con l’interesse che suscita la conoscenza di un nuovo amico, o ancor più spesso con la gioia che provoca la nascita di un nuovo amore! Riportiamo la musica al suo ruolo fondamentale ed ancestrale: quello di accompagnare gli incontri e la vita della gente, le assemblee della comunità, i suoi riti, le sue feste. Questo è un album pieno di novità, pur avendo una forte connotazione tradizionale. La nostra band, dal NOSTRO paese è partita, piena di coraggio e curiosità, ed ha marciato con il suo bagaglio, lasciando spazio a sufficienza per raccogliere tante nuove esperienze. Così è nato ROAD TO DAMASCUS, un luogo immaginario in cui ci siamo espressi fuori dagli schemi e in libertà, per inventare nuovi suoni, senza tradire le nostre origini.

ROAD TO DAMASCUS, sulla via di Damasco. È un riferimento biblico, alla vita di san Paolo, che sulla via di Damasco fu illuminato da una luce misteriosa e mistica, e cambiò vita. È un tributo al viaggio, e alle occasioni di illuminazione, alle sorprese, alle gioie, al cambiamento, allo spirito, alla meditazione. Nel nostro album troverete una lunga serie di novità e particolarità che ci hanno fatto sbandare dalla via del classico gruppo Folk o peggio folkloristico. Ma sulla via di Damasco accadono cose che trascendono il nostro stesso controllo. L’album contiene, specie se confrontato con il precedente, alcuni momenti di respiro più ampio, e di meditazione. Con riferimenti ed echi che rimandano a orizzonti più vasti. È un’esperienza ancora più completa, che va da momenti di frenesia e allegria assoluti ad attimi di contemplazione.

Copyright © 2012 MUNICIPALE BALCANICA