Sangennarobar

Microcosmo Dischi (IT)
2009

sangennarobar

1. Intro: Faciti Rota
2. Yazaman (A Long Time Ago)
3. Sangare
4. Ne Siam Kurve Tuke Sijam Prostitutke
5. Cumbion MOuntain
6. Sha Stil! – Mazel Tov
7. Bufa el Vent
8. Mambo Bacan
9. Cinnamon Girl
10. Foua
11. Jackson, o Rei do Pandeiro
12. La Boquilla
13. Torero
14. Azul
15. OPa Zupa Zazazà
16. Gossip
17. Cala Cala
18. L’Enterro
19. Te vogn’ ben
20. Memoria

“Sangennarobar”, giunta alla sua seconda edizione, volteggia instancabile tra i suoni di un mondo in continua ebollizione, rimescolando rumbe, tarantelle, mambo, bagnandosi tra le acque effervescenti dello ska, del folk, della cumbia o del klezmer.
Troverete, certo, Sophia Loren che canta “Mambo Bacan”, ma non del momento migliore si tratta. E, allora, perdiamoci, senza starci molto a pensare, in questo gorgo di effervescenze sonore, lasciandoci accecare dalla solarità mediorientale di “Yazaman (A Long Time Ago)” (Orange Blossom), dal folclore trascinante di “Bufa el Vent” (La Troba Kung-Fù), da una “Cinnamon Girl” scivolosa (a cura di [dunkelbunt] feat. Boban i Marco Markovic Orkestar) o dall’euforia incontenibile della Municipale Balcanica (“Foua”).
Non c’è tempo di riprendere fiato, sappiatelo. Il ballo non consente distrazioni, non permette ripensamenti.